STORIA


2 GENNAIO 2010 30ENNALE DELLA FONDAZIONE DELLA RECORD TEAM BOLOGNA A.S.D.

La RECORD TEAM BOLOGNA A.S.D. nasce il 2 gennaio 1980 come settore nuoto pinnato del CIRCOLO NUOTO UISP UNIVERSO BOLOGNA. La società UISP, è da subito affiliata alla Federazione Italiana Pesca Sportiva e attività Subacquee per il settore nuoto pinnato, mentre oggi è inoltre affiliata ai settori Subacquea e Didattica Subacquea.

Gli anni '80 sono caratterizzati dai risultati agonistici dell'atleta femminile maggiormente titolata della società, Monica Crovetti, che inizia nel 1982 la sua avventura azzurra con i Mondiali in Russia, mentre nel 1983 vince la sua prima medaglia assoluta con l'argento nella 4 x 200 metri agli Europei in Ungheria.

E' il 1986 che consacra però la Crovetti agli altari della storia del nuoto pinnato nazionale. L'atleta allenata da Armado Ballotta conquista infatti 2 storiche medaglie d'oro ai Campionati Mondiali di nuoto pinnato sulle distanze dei 400 e degli 800 metri. L'anno precedente la stessa Crovetti aveva conseguito record del mondo assoluto sui 1500 metri.

Nel 1987, dopo i Campionati Europei assoluti in Spagna, Monica Crovetti annuncia il ritiro dalle competizioni, ma dalla scuola nuoto, nuove giovani leve crescono.

Nel 1989 Mauro Tinti sostituisce Armando Ballotta alla direzione tecnica società felsinea, staff già composto anche da Pietro Fagiani e Alessandro Piccioli, fornendo un'impronta indelebile per i 12 anni successivi. Il 1989 vede infatti convocati alla prima edizione dei Campionati Mondiali Juniores, svoltisi in Ungheria, ben 4 atleti dell'allora CN UISP BOLOGNA: Andrea Bergami, Stefano Zanotti, Christian Mogadori e Marco Panzarini..


Nazionale 1994 - Cina

Nel 1992 il team cresce qualitativamente e Daniela Suppini viene convocata sia ai Campionati del Mondo di piscina svolti in Grecia, che ai Campionati del Mondo di fondo svolti in Olanda.

Nel 1993 il C.N. UISP BOLOGNA può contare ben 2 atleti in nazionale assoluta ai Campionati Europei in Russia: Suppini e Panzarini. Anche il settore giovanile continua a produrre giovani talenti dal suo vivaio. Marzia Pagani viene convocata per i Campionati Mondiali Juniores in Francia, ottenendo una storica medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 100 metri.

Nel 1994 Suppini e Panzarini, confermati per la selezione azzurra ai Campionati Mondiali in Cina, si diplomano anche leader nazionali delle distanze lunghe, vincendo entrambi il titolo italiano assoluto dei 1500 metri ai Campionati Italiani svoltisi proprio alla piscina dello Stadio di Bologna. 

Il 1995 vede crescere la stella di Rubes Levada che già alla prima in nazionale juniores conquista una storica medaglia d'argento nella 4 x 100 metri agli Europei in Ungheria.

Nelle stagioni agonistiche 1996 e 1997 l'atleta modenese Luca Tonelli veste la casacca del C.N. UISP BOLOGNA, vincendo per i colori gialloblu la medaglia d'argento nella staffetta 4 x 200 metri ed il bronzo nei 200 metri e nella staffetta 4 x 100 metri ai Campionatii Mondiali in Ungheria nel 1996 e bissando il bronzo nei 200 metri e le medaglie nelle staffette agli Europei in Francia nel 1997.

Record Team Bologna 1998

Il 1997 è anche la prima stagione in nazionale assoluta di Rubes Levada, che porta a casa assieme a Tonelli la medaglia d'argento nella staffetta 4 x 200 metri, mentre la nazionale juniores di fondo vede la convocazione di Davide Bonaiuti ai Mondiali in Polonia.

Nel 1998 Rubes Levada conquista l'argento nella staffetta 4 x 200 metri ai Mondiali in Colombia, mentre si registrano le convocazioni quelle di Irene Negrini e Alex Battista agli europei juniores a Pescara.

Il 1999 vede l'ultima nazionale di Rubes Levada, con la conquista dell'ennesima medaglia d'argento nella staffetta 4 x 200 metri agli Europei in Grecia, mentre Alex Battista, convocato per i mondiali juniores in Francia, conquista due storiche medaglie di bronzo nei 1500 metri e nella staffetta 4 x 100 metri.

Il 2000 è l'ultimo anno da tecnico di Mauro Tinti, già affiancato da Dario Grillini e si registrano le convocazioni in nazionale giovanile agli europei in Russia di ben quattro atleti dell'ormai RECORD TEAM BOLOGNA: Matteo Pori, Marco Sabbioni, Eleonora Nadalini e Chiara Bugliesi.

Il 2002 segna il ritorno di Marco Panzarini, sia come atleta che come tecnico, alla RECORD TEAM BOLOGNA dopo avere trascorso ben 8 stagioni agonistiche al Centro Sportivo Carabinieri, periodo nel quale ha vinto 2 titoli mondiali assoluti di staffetta di fondo nel 1999 (Colombia) e nel 2001 (Ravenna) e un titolo europeo assoluto di staffetta di fondo nel 1996 (Olanda).

Dopo il passaggio allo status dirigenziale di Tinti, lo staff tecnico si riforma, prima con Grillini, poi con Marco Panzarini, Daniela Suppini e Marzia Pagani e in fine dal 2007 con Federico Nanni.

I risultati agonistici in campo nazionale non sono mai mancati anche nella prima parte degli anni 2000, ma è solo nel2005 che altri due atleti del Presidente Steccanella, Mabel De Grazia e un giovanissimo Davide De Ceglie, sono convocati nella selezione azzurra ai mondiali Juniores di Francia, dove conquistano entrambi la medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 3 km.

Record Team 2007

Il 2008 è invece l'anno della consacrazione internazionale di Silvia Baroncini che ai Campionati Europei Assoluti in Ungheria vince una storica medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 200 metri, podio che la nazionale italiana non raggiungeva da vent'anni esatti. Nella stessa nazionale si registra anche la conferma di Alex Battista nella selezione del fondo.

Il 2009 si registrano le convocazioni di Silvia Baroncini, Alex Battista e Davide De Ceglie ai Mondiali Assoluti in Russia e le convocazioni in nazionale juniores di Giorgia Di Credico e Jacopo Razzi per i Campionati Europei in Serbia. La Record Team Bologna conquista inoltre per la prima volta nella sua storia la Tabella di Merito FIPSAS, equivalente allo scudetto per club del nuoto pinnato, conquistando anche per la prima volta la Coppa Italia di fondo generale, maschile e femminile, nonché la classifica quale miglior società regionale esordienti. Per i meriti sportivi il CONI assegna alla Record Team Bologna la stella di bronzo.

Il 2010 vede la formazione del presidente Steccanella confermarsi vincitrice della Tabella di Merito FIPSAS e della classifica regionale esordienti, ma sono i risultati individuali che dominano il palmares della stagione agonistica. Davide De Ceglie ed Alex Battista conquistano il titolo europeo assoluto nella staffetta 4 x 3 km di fondo a Kazan (Russia), mentre Silvia Baroncini si conferma medaglia di bronzo europea sia nella staffetta 4 x 100 che nella 4 x 200. Da segnalare anche la convocazione in nazionale di Riccardo Campana per i Campionati Mondiali Juniores in Spagna. A Marco Panzarini viene assegnata dal CONI la Palma di Bronzo al Merito Tecnico.

Nel 2011 sono i risultati individuali a farla da padrone. Ai Campionati Mondiali svoltisi in Ungheria Silvia Baroncini dopo ottime prestazioni individuali in vasca conquista la medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 200 metri, mentre Alex Battista e Davide De Ceglie conquistano la medaglia d'argento nella staffetta 4 x 3 km. Da evidenziare, però, la storica medaglia di bronzo di Davide De Ceglie sulla 6 km, prima medaglia individuale assoluta nel fondo per un atleta bolognese. Agli Europei Juniores in Ungheria, invece, protagonista assoluto è stato Riccardo Campana, vincitore di una storica medaglia d'oro negli 800 velosub, primo oro della storia azzurra in questa distanza, dell'argento nei 400 velosub e della medaglia di bronzo assieme al compagno di squadra Paolo Cinelli nella staffetta di fondo 4 x 3 km. Da registrare altre due giovanissime atlete a medaglia, oltre a Cinelli, all'esordio in nazionale juniores: Giulia Bologna e Serena Monduzzi. Giulia Bologna conquista la medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 100 metri, mentre la compagna Serena Monduzzi porta a casa un'ottima medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 3 km di fondo. Da ricordare anche che la formazione del Presidente Steccanella conquista le classifiche assolute per società sia in piscina che nel fondo, oltre alla Tabella di Merito Nazionale.

Il 2012 non cambia il trend iniziato nel 2011. Davide De Ceglie conquista il primo storico oro sulla distanza dei 20 km di fondo ai Campionati Europei a Treviso. De Ceglie porta a casa anche l'argento nella 6 km individuale ed il bronzo nella staffetta 4 x 3 km di fondo coi compagni di team Alex Battista e Riccardo Campana, alla sua prima convocazione in nazionale maggiore. Nella stessa competizione continentale, Noemi Melotti, all'esordio anche lei in nazionale, conquista il bronzo nella staffetta 4 x 3 km di fondo con la veterana Silvia Baroncini. Le medaglie però non finiscono con gli assoluti. Ai Campionati Mondiali Juniores in Austria Giulia Bologna  porta a casa una storica medaglia d'argento nella staffetta 4 x 100 metri, mentre Serena Monduzzi si conferma nella selezione del fondo. Da segnalare in questa stagione il record italiano assoluto sui 50 apnea per Silvia Baroncini e la conferma della leadership della Record Team in tutte le classifiche nazionali, sia di piscina che di fondo, che porta Federico Nanni ad entrare nello staff tecnico della selezione azzurra.

Il 2013 è l'anno della consacrazione negli annali della storia del nuoto pinnato internazionale per Davide De Ceglie. Per lui doppio oro ai Campionati Mondiali in Russia sia nella 6 km che nella 20 km, gara in cui Alex Battista conquista un'altrettanto storico argento. E' la prima volta che un atleta conquista entrambe le prove individuali iridate nel fondo. Complata la serie di medaglie degli uomini della Record Team il bronzo ottenuto dalla staffetta 4 x 3 km di fondo dove nuotavando De Ceglie, Battista e Riccardo Campana. Il settore femminile, per una volta, non è stato da meno. Alla sua prima apparizione in una rassegna iridata, Noemi Melotti conquista il titolo mondiale sulla 20 km e la medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 3 km con la compagna di club Silvia Baroncini. Grande soddisfazione espressa dal neo tecnico azzurro Federico Nanni e dal Presidente della Record Team Bologna Davide Steccanella, che con 3 Ori, 1 Argento e 5 Bronzi hanno sostanzialmente monopolizzato il medagliere azzurro. Agli Europei Juniores in Polonia, invece, è Serena Monduzzi a staccare una splendida medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 3 km di fondo. Nella stessa manifestazione Giulia Bologna si conferma nella selezione azzurra in vasca. Per il quinto anno consecutivo la formazione targata UISP conquista la Tabella Nazionale Fipsas.

Davide De Ceglie, Alex Battista

Il 2014 è, tra tutti, l'anno in cui la Record Team Bologna ha il più alto numero di atleti convocati nella selezione azzurra. Agli oramai consolidati De Ceglie, Battista, Baroncini, Campana e Melotti, si aggiungono Serena Monduzzi, Simone Musarra e Giorgia Di Credico, che portano a 8 le stelle convocate per i Campionati Europei svoltisi in Italia a Lignano Sabbiadoro (UD). Abolita la gara della 20 km di gran fondo, Davide De Ceglie si è dovuto "accontentare" di vincere il suo primo oro individuale continentale sui 6 km, mentre nella neo nata staffetta 4 x 2 km di fondo mista uomini e donne, si registra una formazione completamente targata Record Team, che conquista uno straordinario bronzo con Battista, Melotti, Monduzzi e De Ceglie. Per il 6° anno consecutivo la formazione del Presidente Steccanella conquista la Tabella di Merito nazionale.

Il 2015 vede la stella di Davide De Ceglie conquistare il secondo oro iridato consecutivo sulla 6 km di fondo ai Mondiali di Yantai (Cina) dopo avere vinto anche il bronzo in vasca nei 1500 metri ed il bronzo nella 4 x 100 metri. Nella stessa competizione hanno conquistato anche una splendida medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 2 km di fondo mista uomini e donne i compagni di club Riccardo Campana e Silvia Baroncini. Da registrare anche il 4° posto nel fondo per il giovane Davide Tomba ai Campionati Europei Juniores in Serbia. Per il 7° anno consecutivo viene conquistata la Tabella di Merito nazionale e per i risultati conseguiti il CONI assegna alla Record Team la Stella d'Argento ed al tecnico Marco Panzarini assegna la Palma d'Argento al merito Tecnico, inoltre, sulla base dei risultati conseguiti in carriera, sia atletici che tecnici, il Presidente della Repubblica Napolitano conferisce a Marco Panzarini il titolo di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. E' la prima volta nella storia che ad un atleta di nuoto pinnato viene conferita per meriti sportivi la più alta onorificenza nazionale.

Il 2016 è un anno di luci e ombre per gli atleti della Record Team. Accreditato per la conquista del terzo oro consecutivo sulla 6 km di fondo ai Campionati Mondiali di Volos in Grecia, Davide De Ceglie si è dovuto accontentare invece dell'argento, poiché la gara è stata interrotta ai 3 km per maltempo. La giuria ha ufficializzato la classifica del passaggio degli atleti al terzo chilometro ed ha assegnato, per pochi secondi, l'oro all'atleta colombiano. De Ceglie si è però consolato con l'argento nella staffetta 4 x 200 metri e col bronzo nei 1500 metri in vasca, inoltre, grazie alla 6^ piazza nei 400 metri, ha conquistato il pass per i World Games 2017, i Giochi C.I.O. degli sport non inclusi nel programma olimpico, che si svolgono ogni 4 anni nella stagione successiva alle Olimpiadi. Per stessa competizione ha staccato il pass con la staffetta 4 x 100 metri anche Silvia Baroncini, che pur non arrivando a medaglia, ha portato a casa il 5° posto. Sfortuna anche per Riccardo Campana che si è dovuto accontentare della 4^ piazza nei 400 velosub e nella staffetta 4 x 2 km di fondo mista uomini e donne, della quale faceva parte anche la compagna di club Serena Monduzzi. Per l'8^ stagione consecutiva la Record Team ha vinto la Tabella di Merito nazionale.

2017 La Record Team vince la Tabella di Merito nazionale per la 9^ stagione consecutiva, grazie ad un anno pieno di conquiste.
Davide De Ceglie è in gran forma: bissa il titolo del 2014, conquistando l'oro nella "sua" 6 km ai Campionati Europei Assoluti in Polonia, ottiene il bronzo nei 1500 metri e l'argento nella staffetta 4 x 200 metri in vasca. Finalmente l'Italia ottiene la sua prima medaglia nella specialità velosub grazie a Riccardo Campana, che, conquistando l'argento individuale nei 400 metri, raggiunge un risultato a lungo agognato dalla delegazione azzurra.
Inarrestabili sono anche le atlete donne della Record Team: Silvia Baroncini, giunta al primato storico di ben 11 convocazioni azzurre consecutive, conquista l'argento nella 4 x 50 mista e nella 4 x 100 metri e al suo fianco la giovane compagna di squadra Serena Monduzzi vince il bronzo nella staffetta di fondo 4 x 2 km mista, con Davide De Ceglie, Riccardo Campana e Mara Zaghet (NBA Roma). Ma l'anno delle soddisfazioni per la nostra squadra non è finito, perchè il duo Baroncini-De Ceglie viene convocato per i World Games, sempre in Polonia, in cui De Ceglie conquista una splendida medaglia di bronzo nei 400 metri.